opendot 1

Stampa 3D extra large: a Milano arriva la summer school (dal 18 al 22 luglio)

La stampa 3D, o Additive Manufacturing, è il processo che consente la produzione di oggetti tridimensionali partendo da un modello digitale. Nata dalla prototipazione rapida, la stampa 3D sta pian piano soppiantando alcune tecnologie industriali, in particolar modo su bassi volumi di produzione e su prodotti molto personalizzati. Un nuovo concetto di produzione veloce e a basso costo, che riduce sprechi di materiale, costi di trasporto e di assemblaggio, è interessante soprattutto per autoproduttori e progetti sperimentali.

Il dato di fatto oggi è che la stampa 3D sta cambiando il mondo.

Si dice addirittura che abbia tutti i requisiti per sconvolgere la produzione industriale, suscitando un’impatto economico su larga scala pari all’invenzione della macchina a vapore o della stampa a caratteri mobili. Tuttavia, quasi tutti gli oggetti stampati in 3D, sono ancora limitati dalle dimensioni delle macchine, che permettono prevalentemente la prototipazione rapida di piccoli oggetti. Cosa succede se invece di immaginare, in un futuro prossimo, una stampante 3D in ogni casa, saremo in grado di stampare case?

Il corso professionale sulla progettazione 3D in grande

Il FabLab milanese Opendot e WASP – World’s Advanced Saving Project propongono, all’interno di campoBASE la scuola creativa estiva di BASE Milano, un corso professionale sulla progettazione 3D in grande, in tutti i sensi! Si imparerà a disegnare modelli per stampanti extra-large (con area di lavoro di 1 metro cubo) per stampare sedie, lampade, ma anche giochi, attrezzature e accessori altrimenti impossibili… because size matters. Coinvolti nel programma ci saranno anche due grandi esperti: Alessandro Ranellucci, creatore e sviluppatore del software per la stampa 3D Slic3r, che spiegherà come ottenere il G-Code,per gestire macchine di grande formato. E Dario Pizzigoni, fondatore di TreeD Filaments, che introdurrà il mondo dei polimeri per capire quali possono essere stampati, con che risultati e quali sono le proprietà che si possono ottenere. Il corso è strutturato secondo l’alternanza teorico-pratica tra lecture e attività di progettazione e revisione collettiva, con un focus sull’autoproduzione di oggetti pensati e realizzati in grande.

 

Il corso è rivolto a designer, aziende, maker, imprenditori, progettisti, architetti, ingegneri, tecnici, curiosi e appassionati di stampa 3D. 

 

Clicca qui per saperne di più

Il programma

SHARE:

blog comments powered by Disqus