Switzerland-Lucerne-FabLab-1

A Milano nascerà un nuovo fablab: il Comune apre un bando di 547mila euro e 1000 m² per i makers

A Milano, in via Massimo d’Azeglio 3, nascerà un nuovo fablab di mille metri quadrati.  Il bando di assegnazione è già online, pubblicato sul sito del Comune, nella sezione “Servizi on-line / Bandi e avvisi di gara” con criteri e dettagliate modalità di partecipazione. Oltre alla concessione dello spazio è previsto anche un contributo di 547mila euro di cui 447mila per i lavori strutturali e 100mila per le attrezzature necessarie, a cui si aggiunge l’esenzione dal canone d’affitto per i primi 4 anni. Dal quinto anno il canone non potrà però essere inferiore ai 12mila euro annui come base di gara. Il bando rimarrà aperto fino alla fine dell’anno.

tumblr_inline_mznboyjkVg1stf8mg

Foto del “We Do Fablab”

“Grazie all’apertura di questo bando – spiega l’assessore alle Politiche del Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca, Cristina Tajani – diamo la possibilità alla città di dotarsi di un moderno Fablab e di servizi appositamente rivolti ai nuovi artigiani digitali. Un movimento in crescita che oggi chiede spazi per esprimersi come dimostrano le nuove manifestazioni di interesse giunte in Assessorato, quattro delle quali per la realizzazione proprio di un Fablab e alla erogazione di servizi appositamente rivolti ai nuovi artigiani digitali. Abbiamo pensato a questo stabile tra quelli nella disponibilità dell’Amministrazione poiché si colloca al centro di una zona molto prestigiosa tra Corso Como, Piazza XXV Aprile e il Brera Design District che si sta evolvendo nel segno della la creatività e del design. Certamente il progetto dei makers e della manifattura digitale può integrare queste due anime della zona”.

La nuova struttura dovrà essere in grado di unire la componente creativa a quella produttiva e commerciale, raccogliendo in un unico luogo laboratori, spazi espositivi di co-working e incubazione. L’obiettivo è quello di diventare punto di incontro per giovani produttori o progetti di impresa nonché di riferimento per tutte le attività del quartiere favorendo la socialità e l’aggregazione. Possono partecipare alla gara sia soggetti singoli o associati (persone fisiche, imprese individuali, società commerciali, società cooperative, le associazioni riconosciute, le fondazioni) sia consorzi e raggruppamenti temporanei di imprese.

FabLab

Gli spazi saranno dati in concessione per un periodo di 12 anni dalla consegna dell’immobile. Lo spazio di via D’Azeglio 3, di proprietà comunale dal 1962, si estende per circa 1.000 mq complessivi con due fabbricati disposti a “L” e un grande cortile antistante. Il nuovo spazio dovrà porsi come punto di riferimento della vita sociale del quartiere e delle community interessate alle attività che vi si svolgono.

Le domande per la partecipazione all’assegnazione dello spazio devono pervenire entro e non oltre le ore 12,00 di martedì 30 dicembre presso l’Ufficio Protocollo – Direzione Centrale Politiche del Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca – Via Dogana 2 Milano. A garanzia della trasparenza dell’assegnazione tutti i soggetti che parteciperanno all’assegnazione dovranno effettuare un sopralluogo per rendersi conto di persona dello stato dell’area.  I sopralluoghi saranno consentiti fino al 19 dicembre  previa prenotazione con una apposita richiesta via e-mail all’indirizzo  PLO.coworking@comune.milano.it specificando nell’oggetto “Richiesta di sopralluogo per immobile via D’Azeglio”.

SHARE:

blog comments powered by Disqus